Via Comunale Silva, snc - Scorrano (Lecce) - Italy
+39 0836 465146
info@coopamrita.it

Chi Siamo

Amrita è una cooperativa agricola nata nel 1991 nel cuore antico e incontaminato del Salento, tra uliveti secolari e boschi di querce. Coltiva pazientemente e con amore orto-frutta biologica certificata, rispettando i cicli e i ritmi della Natura, senza alcun utilizzo di pesticidi, erbicidi, concimi chimici di sintesi, O.G.M. Orientata verso un’agricoltura ed un’alimentazione sempre più sostenibile e “cruelty free”, nelle coltivazioni si escludono completamente fertilizzanti contenenti scarti della macellazione animale, e si continua a fare uso delle “antiche” ed eco-sostenibili pratiche agricole come il sovescio, la rotazione delle colture ed il compostaggio a “ciclo chiuso”, oltre alla sperimentazione di “nuove” tecniche come l’aridocoltura che, oltre a ridurre notevolmente lo spreco di risorse idriche, fornisce alle piante l’importante riserva di azoto contenuta nell’acqua piovana che irriga i campi nei mesi piovosi.

 

La nostra esperienza di coltivatori biologici si rafforza giorno dopo giorno nella certezza che l’alimentazione biologica sia indispensabile per crescere in buona salute e in armonia con l’ambiente, consapevoli della stretta interconnessione tra Uomo e Natura. Una scelta di vita intrapresa da più di vent’anni e che oggi è portata avanti da giovani ragazzi e ragazze che con impegno e dedizione lavorano per un mondo migliore.

 

 

La Cooperativa Amrita è inoltre molto attiva anche “socialmente” nella difesa del territorio e della salute dei cittadini, schierata in prima linea nelle battaglie contro gli O.G.M. e l’impiego di veleni chimici in agricoltura, e per salvaguardare il patrimonio di Olivi Secolari indebitamente attaccato da logiche cieche e speculative e si fa promotrice di convegni e incontri informativi sull’alternativa più sana e sostenibile costituita dall’agricoltura biologica, condotta con consapevolezza e Amore.

 

 

 

  • Perchè lo facciamo?
    Perchè se non si rispetta e tutela l’ambiente non potrà esservi alcun futuro per noi e per i nostri figli. Viviamo in un mondo schiavo di un modello di consumo che allontana sempre più l’essere umano dalla natura, spingendolo ad affidare la sua alimentazione ad aziende che poi risultano essere delle industrie multinazionali più attente al risultato economico che alla qualità. Praticare agricoltura biologica è il primo gesto d’amore verso la nostra salute e quella del Pianeta ed è un atto di riconoscenza e gratitudine verso la Madre Terra, da cui dipende la Vita e la salute di ognuno di noi. Dopo oltre vent’anni di lavoro ed esperienze in questo settore, siamo ancora più convinti e consapevoli della nostra scelta e dell’importanza che ha un’agricoltura sana e sostenibile per la creazione di un mondo migliore.

 

  • Come la nostra azienda tutela l’ambiente?
    La scelta di coltivare Biologico è tutelare in primis l’ambiente perché non si utilizza alcuna sostanza chimica dannosa per l’ambiente e per l’uomo e si impiegano solo preparati a base di piante e minerali consentiti in agricoltura biologica. Non facciamo uso di serre riscaldate e programmiamo le nostre colture in accordo con i tempi ed i ritmi delle stagioni, cercando di interagire il più possibile con le risorse offerte naturalmente e gratuitamente da Madre Natura (pioggia e sole). Ci impegniamo costantemente nella riproduzione delle sementi originarie e tipiche del nostro territorio come patrimonio da tramandare alle future generazioni. Abbiamo alcuni alveari che curiamo con l’intento principale di tutelare la vita delle api, consapevoli dell’impagabile ed insostituibile lavoro di impollinazione che esse svolgono. L’autosufficienza energetica è garantita da fonti rinnovabili (pannelli solari) e l’acqua che utilizziamo per le colture proviene dai nostri pozzi artesiani e viene regolarmente analizzata. Nonostante la regolamentazione “Bio” lo consenta, abbiamo scelto di escludere tutti i fertilizzanti che contengano scarti della macellazione animale (ampiamente utilizzati nell’agricoltura biologica, quali sangue, carniccio in sospensione, unghie, corna, etc etc.), prodotto di scarto dell’industria della carne che si sostiene speculando sulla sofferenza e lo sfruttamento di esseri viventi. E’ inoltre risaputo che la filiera di produzione della carne è tra le più inquinanti in assoluto, con un impatto ambientale devastante, sia per lo spreco di risorse idriche che di derrate alimentari, sia per il disboscamento e la desertificazione causata, per non parlare dell’elevato quantitativo di farmaci, antibiotici, vaccini e prodotti chimici utilizzati nell’allevamento del bestiame.
    Consapevoli dell’importanza che ha la giusta informazione ai fini di scelte sempre più corrette e consapevoli, ci siamo sempre prodigati nell’organizzazione di incontri e corsi atti ad informare le persone sull’importanza di adottare un’alimentazione biologica e sui gravi danni alla salute ed all’ambiente causati da pesticidi, erbicidi, concimi e sostanze chimiche. Inoltre ci siamo schierati in prima linea contro gli O.G.M. e nella salvaguardia del patrimonio di Olivi Secolari salentini, indebitamente attaccato da logiche cieche e speculative, mediante iniziative ed azioni legali atte a tutelare l’agricoltura biologica, l’ambiente e la salute dei consumatori.